Notizie

22/05/18

SEGNALAZIONE CRIF

La segnalazione alla Banca dati Crif si genera quando si è in ritardo con i pagamenti di rate di mutuo e/o fidi e/o carte revolving. La segnalazione scatta in automatico in presenza di ritardi ma deve essere comunicata dalla Banca o compagnie finanziarie.

Se questo non succede è possibile ricorrere ed ottenere un risarcimento!!!

Oggi il Ministero ha indicato, come nuovo parametro di segnalazione per la banca dati CRIF, la voce degli interessi, precisando che gli interessi vanno segnalati dal momento in cui diventano esigibili.

Pertanto gli interessi conteggiati ma non ancora esigibili (in corso d’anno) non vanno ricompresi nell’utilizzato del fido né rientrano nel computo degli scaduti.

Dal momento in cui gli interessi diventano esigibili:

- se il cliente non ha autorizzato l’addebito in conto e non ha provveduto al loro pagamento in altro modo, il debito da interessi va segnalato nella categoria di censimento “rischi a revoca”, valorizzando solo la classe dati “utilizzato”;

- se addebitati in conto in forza dell’autorizzazione del cliente, sono segnalati nell’importo “utilizzato” secondo le regole generali previste per i finanziamenti.

La nuova norma ha lo scopo principale di porre un freno all’anatocismo: la maturazione di interessi sugli interessi. Ma la stessa comporta per i correntisti il rischio di ritrovarsi iscritti alla CRIF anche per somme minime o per non aver comunicato alla banca di pagare gli interessi maturati sui fidi o mutui, direttamente dal conto corrente.

SE ANCHE TU SEI STATO SEGNALATO SCRIVICI ATTRAVERSO LA SEZIONE DEDICATA: MODULO CONTATTACI oppure chiama il numero 3349996810 o via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

TI AIUTEREMO AD OTTENERE LA CANCELLAZIONE ED IL RIMBORSO

L'Associazione

Una corretta ed efficace tutela dei Consumatori/Utenti non può prescindere dalla conoscenza dei propri diritti; per questo motivo l’obiettivo principale è quello di informare tutti dei propri diritti, delle leggi vigenti e delle azioni da intraprendere per risolvere i problemi quotidiani.